Imbianchino Firenze

Imbianchino Firenze

Ecco cosa chiedere a un imbianchino Firenze quando devi imbiancare la tua casa a Firenze e provincia, quindi continuiamo con i consigli di Gianni!

Imbianchino Firenze

GIANNI, TU QUALI TIPI DI IMBIANCATURE FAI?
Le tipologie di imbiancature proposte sono il bianco e i colori a tinta unita. Poi può capitare di intervenire su situazioni di umidità con vernici termiche, anche se bisogna distinguere tra umidità e umidità: se causata da problemi di condensa, la vernice termica può migliorare la situazione. Poi mi occupo anche delle smaltature per la manutenzione di infissi o particolari in metallo, come la ringhiera del balcone. 

QUANTO TEMPO IMPIEGHI PER IMBIANCARE UNA STANZA? 

Non ci crederai, ma la regola è una stanza al giorno. Preparazione e riordino compreso. Parlo sempre di una stanza standard (4m x 4m x 3m, come già accennato nel primo post); poi se la stanza è molto più grande potrebbe servire unai mezza giornata in più. 

QUALI TIPOLOGIE DI VERNICI USI? 

Principalmente idropittura ad elevato potere traspirante, quella standard. Poi per i colorati, in particolare per colorazioni intense è necessario utilizzare vernici lavabili. A volte anche la vernice bianca viene richiesta lavabile se si tratta di imbiancare la cucina o il bagno. Se qualcuno me lo chiede, adopero senza problemi anche della vernice a calce o vernici biologiche naturali. Poi ci sono anche le vernici speciali, come la vernice termica per evitare l’effetto condensa. E posso proporre anche un prodotto anti fumo all’acqua, per ambienti dove si fuma tanto. Ovviamente questo trattamento comporta una spesa più elevata.

imbianchino firenze

COME SI IMBIANCA LA CUCINA? 

Non c’è niente di particolarmente diverso dalle altre stanze. L’unica differenza è che può essere consigliabile l’utilizzo di una vernice lavabile.


RICHIEDI IL TUO PREVENTIVO GRATUITO PER SERVIZI DI:

imbiancatura a Firenze

ditta imbianchino

imbiancatura Firenze

ditta imbianchini Firenze


VERNICE LAVABILE: VUOL DIRE CHE POSSO LAVARLA COME VOGLIO?

Assolutamente no! Riesci a levare macchie di sporco con un panno umido, con un’unica passata, senza insistere sulla stessa zona e senza utilizzare una spugna imbevuta d’acqua. Può essere un vantaggio, ma bisogna agire prontamente sulla macchia, nell’immediato, non è possibile agire a distanza di tempo. Ora sai tutto quello che ti serve per imbiancare casa! Devi solo richiedere qui un preventivo gratuito per iniziare i tuoi lavori!

Contattami per un preventivo gratuito

Nome*

Telefono

Città*

email*

Dettaglio Intervento*

info@giannifilippini.it / *campi obbligatori


Dichiaro di aver letto ed accettato le norme a tutela della privacy ai sensi del D.lgs n°196/03 del 30/06/2003 privacy policy

Privacy Policy

Imprese Pulizie Firenze – lavori professionali

Imprese Pulizie Firenze – lavori professionali

Siete un’azienda alla ricerca di imprese pulizie Firenze? I nostri lavori di pulizia negli uffici sono eseguiti con professionalità, una grande attenzione ai dettagli e alle necessità di ogni cliente.

imprese pulizie firenze

Il livello di pulizia degli uffici e delle zone di lavoro è infatti un fattore da non sottovalutare, per mantenere un ambiente professionale e sicuro per lavoratori ed eventuali visitatori. Tutti i nostri lavori di pulizia degli uffici sono eseguiti totalmente a norma di legge, essendo in regola con gli adempimenti e i corsi necessari per effettuare legalmente la pulizia degli uffici, dalle aziende più piccole alle più grandi. Impresa di pulizie Firenze: per quali tipologie di aziende lavoriamo? Il nostro raggio d’azione per le pulizie a Firenze è ampio, sia per quanto riguarda il raggio geografico che il tipo di azienda a cui offriamo i nostri servizi. Offriamo infatti servizi di pulizie per uffici firenze per una gran varietà di aziende:
  • negozi
  • uffici
  • laboratori artigianali
  • ambulatori
  • studi medici
imprese pulizie firenze
I servizi offerti per le pulizie degli uffici a Firenze Alla base di una buona pulizia degli uffici crediamo che ci debbano essere discrezione, precisione e attenzione alle esigenze del cliente. Con questo obiettivo la nostra impresa di pulizie firenze propone una serie di servizi, tra cui quelli che si possono considerare ordinari, ovvero da effettuare ad ogni visita all’ufficio:
  • svuotatura cestini
  • pulizia scrivanie
  • pulizia armadietti
  • pulizia bagni
  • pulizia pavimenti
A questi servizi se ne possono aggiungere altri, secondo le esigenze di ogni cliente: un esempio può essere la pulizia dei vetri, la cui frequenza si può concordare con l’azienda. Contattaci per ottenere il tuo preventivo gratuito personalizzato Se sei alla ricerca di:

impresa di pulizie Firenze

pulizie uffici Firenze

aziende pulizie Firenze

imprese di pulizie Firenze

per la zona di Firenze contattaci per esporci le tue esigenze. Creeremo un preventivo, totalmente gratuito, sulla base delle caratteristiche della tua azienda, dei servizi da te richiesti e della frequenza che meglio si adatta ai tuoi ritmi di lavoro: il nostro obiettivo è offrirti un servizio di pulizie completamente personalizzato.

Contattami per un preventivo gratuito

Nome*

Telefono

Città*

email*

Dettaglio Intervento*

info@giannifilippini.it / *campi obbligatori


Dichiaro di aver letto ed accettato le norme a tutela della privacy ai sensi del D.lgs n°196/03 del 30/06/2003 privacy policy

Privacy Policy

Impresa di PULIZIE Firenze – Lavori PROFESSIONALI

Impresa di PULIZIE Firenze – Lavori PROFESSIONALI

Ciao vedo che stai cercando un’impresa di pulizie Firenze. Sono Gianni Filippini e sono qui per aiutarti.

Impresa di pulizie Firenze

Un ambiente pulito e sanificato nasce da un lavoro professionale, per questo propongo pulizie ad hoc per ogni esigenza, da quelle una tantum a quelle periodiche. Sono uno ma lavoro quanto un’intera impresa di pulizie! Consiglio sempre una pianificazione concordata degli orari e dei giorni nei quali eseguire le pulizie, per garantirti oltre che l’efficienza anche tutta la discrezione di cui sono capace: posso lavorare in pausa pranzo, facendo attenzione a tutti quei faldoni sulla tua scrivania, oppure la sera, quando l’ufficio si svuota, o ancora la mattina presto, se vuoi iniziare la giornata col profumo di pulito.
Firenze… e oltre!
Di solito, i miei confini lavorativi sono abbastanza elastici, quindi se mi chiami da Campi Bisenzio, Fiesole o simili, mi troverai disponibile. Lavoro sia in ambienti domestici sia in azienda, tra condomini e uffici privati: il mio servizio è preciso e si adatta ad ogni tipo di richiesta.
Pulizie per privati
Tastiere, fornelli, sanitari e cantine non mi spaventano! Opero senza problemi sia in appartamenti, sia in mini-appartamenti, persino in garage e in soffitta: e tu avrai più tempo per le tue faccende!
Pulizie condominiali
Dalle scale del palazzo al vialetto, fino al vano della differenziata vicino ai garage: tutti spazi che hanno bisogno di quella cura in più per aiutarti a vivere in un ambiente più salutare!
Pulizie aziende
Inizia la settimana e il caos in ufficio ti deprime? Pensa se invece arrivassi sul posto di lavoro con la certezza di trovare ordine e serenità. Inoltre, un negozio o un ambulatorio perfettamente puliti e igienizzati si riconoscono a colpo d’occhio, e renderanno più brillante la tua immagine professionale.
Pulizie post cantiere
Finalmente hai concluso quei lavoretti domestici che ti assillavano, eppure sembra che in casa sia esplosa una bomba? Non preoccuparti, dopo l’imbianchino, l’elettricista, il muratore e l’idraulico, passerò anche io per ripulire tutto e rendere il tuo spazio pronto all’uso. Conosci un’altra ditta di pulizie a Firenze che faccia sopralluoghi prima di farti un prezzo?

 

Se stai cercando su google:

ditta di pulizie firenze

impresa di pulizie a firenze

imprese pulizie firenze

imprese di pulizie firenze

Contattami per un preventivo gratuito Io adeguo le mie tariffe alla singola richiesta, quindi prima di definire un preventivo ci tengo a fare un sopralluogo gratuito nel tuo spazio per venirti incontro col miglior prezzo.

Contattami per un preventivo gratuito

Nome*

Telefono

Città*

email*

Dettaglio Intervento*

info@giannifilippini.it / *campi obbligatori


Dichiaro di aver letto ed accettato le norme a tutela della privacy ai sensi del D.lgs n°196/03 del 30/06/2003 privacy policy

Privacy Policy

Imbiancature a Firenze! Quanto costa imbiancare una stanza o casa?

Imbiancature a Firenze! Quanto costa imbiancare una stanza o casa?

Ti serve un imbianchino di fiducia per un lavoro di imbiancature a Firenze e provincia e ti stai ponendo le seguenti domande:

Quanto costa imbiancare una casa di 100 mq?

Quanto costa imbiancare una stanza?


CIAO GIANNI! MI SAI DIRE QUANTO COSTA IMBIANCARE UNA CASA? Il prezzo indicativo è quello al metro quadro (m2) di superficie, 3/3,5 € per m2. Questo il prezzo base per il bianco. La superficie da imbiancare si calcola secondo la pianta della stanza, lato per lato per altezza. Attenzione quando vi dicono “vuoto per pieno”: vuol dire che se c’è una finestra, una porta o un armadio che coprono parte della parete, si considera comunque la superficie intera della parete stessa, perché si predilige la superficie libera, vuota. Ci si mette molto meno a fare una parete anche grande, ma tutta libera, che a fare tanti cantuccini piccolini o coprire un armadio e poi girarci intorno.

Imbiancature a Firenze

SE IO TI CHIAMO PERCHÈ VOGLIO IMBIANCARE UNA CASA DI 100 m2 VUOTA, MI SAI DARE UN PREZZO INDICATIVO?
Certo! Io ragiono in termini di stanza standard a Firenze e provincia, le cui misure sono mediamente 4m x 4m x 3m. Quindi è semplice: se fai 3€ al m2 viene più o meno 190€ a stanza. Poi ci devi sempre aggiungere gli imprevisti, come un certo numero di stuccature, una macchia causata da infiltrazioni da coprire, quindi l’indicazione di massima è 200€ a stanza.
DOPO LA TELEFONATA, COME PROCEDE IL TUO LAVORO? VIENI A FARE UN SOPRALLUOGO? Come imbianchino, per correttezza preferisco procedere con un sopralluogo, che per il cliente è gratuito, così io posso farmi un’idea del lavoro che c’è da fare e solo a quel punto viene concordato un prezzo.
UNA VOLTA CHE INIZI IL LAVORO DI IMBIANCATURA, CHE FINE FANNO I MIEI MOBILI?
Non preoccuparti, mi occupo io di tutto! Posiziono i teli di nylon sulla mobilia e proteggo i pavimenti con la moquette fatta apposta. Certo, la movimentazione di ciò che poggia sulle pareti, mobili ecc, può variare molto da casa a casa. Se la casa è molto piena, è doveroso chiarire se le cose vengono spostate dal cliente o se nel prezzo deve essere compresa anche la movimentazione di quadri, suppellettili e mobilia. Visto che le case di Firenze possono sembrare dei piccoli musei, sono sempre pronto anche a questa eventualità. Una volta terminato il lavoro, viene garantita la pulizia e il ripristino alla situazione precedente.

Ogni quanto imbiancare casa?

Diciamo una frequenza dai 3 ai 5 anni per bagni e cucine, dai 5 ai 7 anni per le altre stanze. A meno che i bambini non abbiano espresso un po’ troppa creatività nella prima infanzia, e quindi non si abbia la necessità di una nuova mano di bianco. Ricordati che più strati di vernice metti, più è probabile che le pareti si scrosteranno a causa dell’elevato spessore di vernice applicata. Può capitare di trovare case dove le imbiancature “fai da te”, caratterizzate da un uso smodato di vernice, creino problemi, mentre il trucco è creare un film di vernice sottile e uniforme. Nel prossimo post darò dei consigli più specifici per la cucina e le vernici lavabili!

Contattami per un preventivo gratuito

Nome*

Telefono

Città*

email*

Dettaglio Intervento*

info@giannifilippini.it / *campi obbligatori


Dichiaro di aver letto ed accettato le norme a tutela della privacy ai sensi del D.lgs n°196/03 del 30/06/2003 privacy policy

Privacy Policy

Sostituire il cordino di una tapparella – Firenze

Sostituire il cordino di una tapparella – Firenze

SOSTITUZIONI CORDINI TAPPARELLE – FIRENZE E PROVINCIA

Tel.333.4876686 – info@giannifilippini.it

 


 

Come sostituire il cordino di una tapparella

 

 

  • La prima operazione da svolgere è la chiusura dell’avvolgibile.Con il cacciavite adatto (taglio o stella) svitare ed estrarre dalla parete il congegno a molla. Svitare la vite di fissaggio del cordino alla molla facendo molta attenzione allo scorrimento della stessa.
    Liberato il cordino dalla molla si deve passare alla parte alta, e mediante una scala aprire il cassone di protezione. Utilizzando il cordino si riavvolge tutta la tapparella e la si blocca mediante il cacciavite lungo.

  • A questo punto si deve liberare il cordino dalla ruota e sfilarlo totalmente. Con il procedimento inverso si inserisce il nuovo cordino nella ruota fermendolo con un nodo serrato, e si sblocca la tapparella facendola scorrere fino a chiusura completa.
    Il cordino si sarà riavvolto sulla ruota e sarà libero nella parte bassa dove dovrà essere nuovamente ancorato al congegno a molla.

  • Tagliare a misura il cordino (15/20 cm al di sotto della feritoia di alloggio nella parete), applicarci il foro per la vite di fissaggio e riavvolgere il congegno a molla fino a caricarla.
    Infine ancorare il cordino alla molla e rifissare il congegno alla parete. La sostituzione è completata e il cordino pronto all’utilizzo.

 

Gli strumenti necessari per sostituire il cordino di una tapparella

  • Cordino di ricambioCacciavite a taglio
  • Cacciavite a stella
  • Cacciavite a taglio lungo
  • Forbici
Come recuperare una ringhiera in ferro verniciata

Come recuperare una ringhiera in ferro verniciata

Come recuperare una ringhiera in ferro verniciata

Quando una ringhiera verniciata presenta vaste zone di ruggine, è giunto il momento di intervenire per recuperarla.

recuperare una ringhiera in ferro verniciata

Esiste più di un metodo di recupero, ma il più efficace che garantisce ottimi risultati nel tempo è quello che sto per descrivere.
E’ un metodo complesso e faticoso perchè prevede la completa rimozione della vecchia vernice, cioè riportare la ringhiera a ferro. Per fare ciò occorrono lo sverniciatore chimico e vari utensili per raschiare la vernice, più una buona dose di pazienza.

73f7c5be-e714-4e15-8a8c-900954a63fc1

Occorre fare questo tipo di lavoro in tutta sicurezza, quindi predisponete occhiali protettivi, mascherine a carboni attivi, guanti di gomma. Nel caso vi dovesse schizzare dello sverniciatore sulla pelle o ancora peggio negli occhi, sciacquatevi abbondantemente sotto acqua corrente.

Come restaurare una ringhiera in ferro

Procedete applicando lo sverniciatore con un pennello sulla superficie da trattare, dopo 3/5 minuti la vernice inizia a rammollirsi, ed è pronta per essere rimossa con spatole o raschietti. Al termine di questa fase avrete rimosso la maggior parte della vernice, ma occorre rifinire il lavoro togliendo i residui con carta a vetro e paglietta abrasiva.

recuperare una ringhiera in ferro verniciata

Riportato tutte le superfici a ferro, vanno lavate con diluente nitro, e poi applicare a pennello il convertitore di ruggine, la cui azione trasformerà gli strati di ruggine in metallo. Dopo qualche ora di asciugatura, si deve procedere al trattamento antiruggine, che consiste nell’ applicare una mano di minio. Dopo altre 24 ore procedete con la veriniciatura definitiva, avendo cura di stendere bene la vernice, per ottenere anche ottimi risultati estetici.

lavoroFinito

Imbiancare Casa in Quale Stagione / Quali Colori

Imbiancare Casa in Quale Stagione / Quali Colori

Quanto può durare una buona imbiancatura?

La durata di una buona imbiancatura, può variare in base al livello di attenzione che vi si pone nel salvaguardarla. Mediamente una soggiorno o una camera da letto dura circa 4/5 anni, mentre il bagno e la cucina, che tendono a sporcarsi maggiormente, ogni 2/3 anni.

Quali colori scegliere per la tua casa?

La scelte dei colori, con i quali tinteggiare le pareti della nostra casa, può variare in base alla destinazione della stanza, agli spazi disponibili, alla luminosità ed al tipo di arredamento che abbiamo in mente.
Ogni individuo ha i propri colori preferiti, che riescono a infondere il buon umore e la serenità d’animo, quindi la scelta è sicuramente soggettiva, ma ci sono anche alcuni canoni generali che è consigliabile seguire.
quali colori scegliere per le imbiancature
In generale le tonalità chiare, tendono a dare ampiezza e luminosità, quindi sono consigliabili in spazi piccoli. Viceversa si possono utilizzare le tonalità più scure, per ambienti molto spaziosi o con i soffitti particolarmente alti.
Per la camera da letto, è giusto scegliere i colori tenui che tendono a rilassare, tipo il rosa l’azzurro o il giallo chiaro. Si può eventualmente giocare sulla tonalità di questi colori, in base alla luminosità e alle dimensioni della stanza.
Le camerette dei bambini sono quelle più adatte a colorazioni più intense, magari anche con dei contrasti, dipingendo le pareti con colori diversi. Non poniamo limiti all’allegria e la fantasia dei ragazzi, decoriamo almeno una parete con una tonalità di azzurro, di verde o di rosso, molto intensi, trasmetteranno gioia a tutto l’ambiente.
imbiancare le camerette dei bambini
Il soggiorno è sicuramente l’ambiente più vissuto di ogni casa, dove l’arredamento ha un importanza fondamentale. Quindi il colore delle pareti deve essere in sintonia, e la miglior regola per non sbagliare è l’utilizzo del bianco nelle varie sue tonalità. Per arredi molto moderni si può azzardare anche qualche colore più intenso, o più semplicemente valorizzare almeno una parete con un bel colore pastello.
Il bianco è quasi sempre obbligatorio per bagni e cucine, dove la luminosità deve essere sempre la peculiarità principale. Eventualmente, si può optare per colorazioni tenui, tipo un giallo o arancio chiaro in una cucina, o un azzurrino chiaro per il bagno.

In quale periodo imbiancare casa?

Imbiancare casa, può essere una attività fai da te, molto spesso relegata al fine settimana a causa dei molteplici impegni lavorativi. La stagione migliore per svolgere il lavoro, è sicuramente la primavera/estate, perché permette di arieggiare maggiormente i locali e far asciugare la vernice più rapidamente.
Tinteggiare le pareti si può comunque fare anche in autunno/inverno, l’importante è cercare di evitare giornate molto umide e piovose, che rallenterebbero di molto l’asciugatura della vernice.
La durata di una buona imbiancatura, può variare in base al livello di attenzione che vi si pone nel salvaguardarla. Mediamente una soggiorno o una camera da letto dura circa 4/5 anni, mentre il bagno e la cucina, che tendono a sporcarsi maggiormente, ogni 2/3 anni.
CHIEDI UN PREVENTIVO PER LE TUE IMBIANCATURE
Consigli su come pulire il bagno di casa

Consigli su come pulire il bagno di casa

Come pulire il bagno di casa

Tenere il bagno pulito e perfettamente igienizzato, è fondamentale per renderlo accogliente e fruibile volentieri.
Per prima cosa va arieggiato abbondantemente, sia per purificare l’aria che per eliminare l’umidità, in particolare dopo aver fatto bagni o docce. La pulizia vera è propria è giusto suddividerla in due gruppi di azioni separate, che potremo definire igienizzazione a fondo la prima, prevenzione e mantenimento la seconda.
L’igienizzazione a fondo la si può eseguire una volta a settimana, lavando tutti i sanitari con un prodotto igienizzante e anticalcare, da applicare con una spugna morbida per non graffiare la ceramica dei sanitari e i rubinetti. Eseguire il risciacquo con acqua abbondante a eliminare ogni residuo, ed asciugare bene con un panno di cotone tutte le superfici e rubinetti.
Ora si può procedere con la pulizia del pavimento, una passata di aspirapolvere e una di straccio, con prodotti per pavimenti dalla profumazione gradevole e persistente.

come igienizzare il bagno

Prevenzione, mentenimento e igienizzazione del bagno

L’attività di prevenzione e mantenimento, la si esegue utilizzando pochi semplici accorgimenti, che basta prendere come abitudine, per avere dei risultati eccellenti.
Sciacquare e asciugare il lavandino e la doccia ad ogni loro impiego, li mantiene puliti e soprattutto si evitano le formazioni di calcare e ruggine. Utilizzare l’acqua in maniera corretta, evitando getti forti che schizzano pareti e pavimenti, lasciando aloni difficili da rimuovere, sarà anche un risparmio sulla bolletta.
Porre attenzione al pavimento, nel caso un po’ di acqua vi finisca sopra, asciugare subito per evitare aloni e peggio ancora di passarci sopra con i piedi. Ultima raccomandazione, almeno una volta al mese pulire tutte le piastrelle con prodotto igienizzante, quindi non solo quelle vicino ai sanitari, ma una buona spugnata e asciugata in tutto il bagno.
Come eliminare la polvere

Come eliminare la polvere

Come eliminare la polvere

La polvere è uno dei peggiori nemici della casa, si forma ovunque ed è faticoso doverla rimuovere. Non esistono soluzioni definitive, ne tantomeno prodotti in grado di evitarne il riformarsi, quindi ci dobbiamo difendere con la giusta metodologia, e gli strumenti adeguati.

Non utilizzare il vecchio piumino

come eliminare la polvere

Il primo consiglio è quello di non utilizzare il vecchio piumino per spolverare, perché non cattura la polvere ma la sposta, quella che togli dal lampadario la ritrovi sulla mobilia o sul pavimento.
Utilizzate allora la tipologia cattura polvere, i panni a carica elettrostatica, che evitano lo spargersi della polvere da una zona all’altra. Procedete sempre dall’alto verso il basso, lasciando per ultimo il pavimento, sul quale utilizzare l’aspirapolvere.

Il vero segreto è spolverare con frequenza

spolverare le librerie

Il vero segreto è quello più semplice di tutti, ripetere l’operazione di spolverare con una certa frequenza, prima del formarsi della patina visibile di polvere che diventa più difficile da eliminare. Può sembrare un impegno maggiore, ma scoprirete presto che in realtà è un vero e proprio risparmio di tempo e fatica.
Ricordatevi sempre che mantenere un ambiente sanificato e pulito, è fare della prevenzione contro moltissimi tipi di allergie. Tenere un ambiente pulito significa volersi bene e prevenire fastidiosi disturbi.